Home Comunicato Stampa Elezioni Città Metropolitana, Giovanni Nappi candidato nella lista Progressisti e Riformisti per...

Elezioni Città Metropolitana, Giovanni Nappi candidato nella lista Progressisti e Riformisti per Napoli

100

Il candidato: “Restituire voto ai cittadini e sfruttare nel modo giusto i fondi PNRR”

 

Giovanni Nappi, consigliere comunale e capogruppo del PD al comune di Casalnuovo di Napoli è il candidato di riferimento dell’area riformista all’interno della lista: Progressisti e Riformisti per Napoli, per le imminenti elezioni per il rinnovo del Consiglio Metropolitano che si terranno domenica 13 marzo.

Questo importante appuntamento elettorale impegnerà 1.543 esponenti politici tra sindaci e consiglieri comunali del territorio dell’area metropolitana di Napoli che conta 92 comuni.

Giovanni Nappi può contare sull’appoggio di Nino Simeone, consigliere del comune di Napoli, presidente della commissione infrastrutture, mobilità, lavori pubblici e protezione civile e consigliere del Presidente De Luca sui temi del Trasporto Pubblico Locale presso Regione Campania, che in un post apparso sui social ha promosso la sua candidatura sottolineando le doti politiche, professionali e umane del candidato.

Nappi, candidato dell’area deluchiana, può contare anche sull’appoggio di Lucia Fortini assessore regionale alla Scuola e Politiche sociali, e di Antonio Marciano Responsabile presso la segreteria del Presidente della Regione Campania.

“È dal 2014, per effetto della Legge Delrio, che ai cittadini – afferma Nappi –  è stato sottratto il diritto di votare per il Presidente e per i Consiglieri di quella che una volta era l’ex Provincia di Napoli.

A mio parere, questo è un grande limite! Speriamo si trovi presto la strada utile a restituire il voto ai cittadini.

La Città Metropolitana, grazie al proprio ruolo di aggregatore di progettualità di area vasta, avrà un ruolo centrale nel PNRR, il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

Un terzo delle risorse messe a disposizione dal PNRR sono destinate, infatti, a investimenti che saranno gestiti a livello territoriale. Spero, piuttosto, ci si prodighi per assicurare alla Città Metropolitana  di poter espletare sempre, e non solo in questo periodo straordinario legato alla pandemia, le proprie funzione in materia di Pianificazione Territoriale e Urbanistica, tutela e valorizzazione dell’ambiente, edilizia scolastica e programmazione della rete scolastica –  conclude Nappi – pianificazione dei servizi di trasporto, promozione e coordinamento dello sviluppo economico e sociale, controllo dei fenomeni discriminatori in ambito occupazionale e promozione delle pari opportunità.”

 

Giovanni Nappi, un percorso fatto di politica, cultura e terzo settore

Laureato in scienze economiche, Giovanni Nappi esercita la professione di consulente del lavoro e ricopre il ruolo di Segretario Generale del Sindacato SLI – Sociale e Lavoro Insieme – organizzazione a diffusione nazionale rappresentativa di lavoratori e pensionati, che vanta migliaia di iscritti in città ed in giro per l’Italia.

Attualmente è anche presidente del CSN Centro Studi Nappi, associazione di promozione sociale, e della Cooperativa Sociale TERZO SETTORE KASA N.

Con la rete sociale che rappresenta ha realizzato nell’ultimo quinquennio, tra gli altri, il progetto socio educativo “Con i tuoi Occhi”, Scuola di Comunità, POR FSE Regione Campania 2014-2020 e il progetto “Pensare è Giocare”, Accordi Territoriali di Genere, POR FSE Regione Campania 2014-2020.

Inoltre, è Direttore del piccolo Museo Biblioteca Sociale “Giacomo Leopardi” e fondatore del Premio Letterario “Una Città Che Scrive”.

Tra gli incarichi ricoperti assumono rilevanza il suo ruolo di vice-presidente dell’ADISU – Azienda per il Diritto allo Studio – dell’Università Suor Orsola Benincasa, per Decreto di nomina del Presidente della Giunta della Regione Campania nel 2012.

Nel 2014, invece, viene nominato dal Presidente del Consiglio Regionale della Campania tra i tre esperti rappresentanti della Consulta regionale per la cooperazione.

Dal 2008 al 2010 è responsabile paghe e contributi per il personale del Teatro pubblico “Trianon Viviani” di Napoli, sotto la direzione artistica di Nino D’Angelo.

Fonte: Comunicato Stampa