Home Attualità San Sebastiano al Vesuvio, caso Cartelle Pazze Tari. Il sindaco Sannino annuncia...

San Sebastiano al Vesuvio, caso Cartelle Pazze Tari. Il sindaco Sannino annuncia “un fondo di solidarietà”

353

Giorni di caos a San Sebastiano al Vesuvio dopo che molti cittadini sansebastianesi si sono visti recapitare bollette per la Tassa sui Rifiuti (Tari) salatissime.

Sulla questione è intervenuto anche il primo cittadino sansebastianese Salvatore Sannino che ha fatto chiarezza sui fatti e ha annunciato un fondo di solidarietà per compensare i casi più gravi.

Quest’anno il nostro Comune – il Sindaco Salvatore Sannino – è chiamato ad affrontare un passaggio obbligatorio (finora rinviato): il passaggio dal criterio di calcolo della tariffa basato sui soli mq dell’immobile ad un criterio che tiene conto anche del numero dei componenti il nucleo familiare. Le nuove modalità di calcolo hanno portato oltre 1.750 utenze (famiglie e attività produttive) sansebastianesi ad ottenere un risparmio sulla tariffa, mentre in altri casi si sono verificati aumenti.

In sede di prima applicazione pratica della nuova tariffa – come negli anni passati avvenuto in molti  Comuni che hanno già affrontato questa fase – si sono verificate diverse anomalie e sono emerse anche situazioni di eccessivo incremento, rispetto ad elementi oggettivi, meritevoli di attenzione per una equa distribuzione del carico tariffario.

Mancando dati storici sugli effetti locali dell’applicazione del nuovo criterio di calcolo, non è stato possibile prevedere tutte le casistiche per cui questo anno deve intendersi come sperimentale e teso proprio ad individuare e correggere le anomalie. Tali interventi correttivi saranno per tutti visibili già dal prossimo anno. Tuttavia Vi Informo che – grazie al risanamento delle casse comunali realizzato negli ultimi anni e dopo l’approvazione del rendiconto di gestione – l’Amministrazione Comunale intende sin da subito anticipare  misure per venire incontro ai casi più gravi, in cui l’incremento risulta eccessivo rispetto alle condizioni reddituali o familiari. Tali misure saranno prossimamente deliberate e rese operative. Intanto gli Uffici Comunali stanno già procedendo a rilevare le segnalazioni dei vari casi e a correggere gli errori materiali di calcolo talvolta riportati in alcuni avvisi. 

Invito, pertanto, i cittadini che  intendano verificare il corretto calcolo della tariffa  o segnalare particolari situazioni di disagio a recarsi presso gli Uffici Comunali per ottenere i necessari chiarimenti“.

Sempre sulla questione ecologia e e rifiuti è intervento anche Il vice sindaco ed assessore all’ecologia Giuseppe Panico che ha dichiarato: “La nostra Amministrazione parte con le azioni a sostegno delle poltiche Plastic Free e a breve metteremo in campo strumenti per premiare i cittadini che si impegnano maggiormente nel differenziare i rifiuti“.