Home Comunicato Stampa Torre del Greco, Eco-Pasquetta 2019, l’anno della consapevolezza

Torre del Greco, Eco-Pasquetta 2019, l’anno della consapevolezza

381
Uno squallido momento della scorsa Pasquetta

Continua l’opera della Rete Difesa Vesuvio. Dopo le giornate ecologiche, la Rete, composta dalle più attive associazioni del Vesuviano, ritorna ora all’opera di sensibilizzazione con la precisa missione di rendere la prossima Pasquetta un momento di consapevole e serena fruizione del territorio e non un momento di scempio e di inciviltà.

Dopo l’esperienza positiva dell’azione congiunta dello scorso anno, scaturita dalla necessità e dalle esperienze delle tante associazioni che compongono la Rete Difesa Vesuvio ovvero Primaurora, I Falchi del Vesuvio, CAI-Tutela Ambiente Montano, Fondali Campania, Let’s do it Italy, Università Verde, Salute Ambiente Vesuvio, Collettivo Volontari per il Vesuvio, Forum dei Giovani di Torre del Greco, MTB Vesuvio e la Web Community Aucelluzzo che da anni si battono per la tutela ambientale del Parco Nazionale del Vesuvio, hanno deciso questa volta di agire in maniera più incisiva e dinamica, vista anche la recalcitrante ed odiosa usanza di trasformare il pic-nic del Lunedì dell’Angelo in una giornata di bagordi e devastazione delle nostre splendide ma martoriate pinete.

Il prossimo 22 aprile, a Torre del Greco, ma con lo spirito con tutto il Vesuviano, si agirà infatti con l’auspicato e nonché richiesto appoggio dell’Amministrazione Comunale di Torre del Greco e del Reparto Carabinieri del Parco Nazionale del Vesuvio ed informando dell’evento anche la Comunità del Parco Nazionale, Direzione e Presidenza dell’Ente. L’azione sarà quella di  evitare che le pinete divengano ancora una volta una discarica, distribuendo a tale scopo bustoni ed indicando ai gitanti il corretto smaltimento dei rifiuti, ma anche per evitare il rischio incendi, vista la sicura presenza sul posto di barbecue improvvisati e per evitare infine che le pinete, già danneggiate dagli incendi del 2017, divengano un luogo di pericolo a causa della presenza di grandi quantità di alberi morti e per questo a rischio di crollo.

Invitiamo per tanto tutti a partecipare a questo evento di controllo civico del territorio, ed invitiamo soprattutto le famiglie ad incentivare i propri figli ad un corretto smaltimento dei rifiuti, ne va per questo anche del loro di futuro, che lo sappiano.

Non resta quindi che sperare che si agisca tutti in sinergia e che, là dove non varranno il dialogo, il buon senso e il buon esempio, valga almeno la deterrenza della divisa e che un domani non siano più necessarie azioni di questo tipo e neanche più quelle delle conseguenziali giornate ecologiche nelle pinete, ma che sia un fatto scontato e condiviso da tutti i cittadini.

Comunicato Stampa