Home In Evidenza Uno spettro si aggira per l’Europa

Uno spettro si aggira per l’Europa

424
Vladimir Putin con la bandiera sovietica (foto fonte web)

È lo spettro della guerra ma è anche quello del qualunquismo che la giustifica. Evidenziare le incoerenze della UE o della NATO, gli scheletri nell’armadio degli USA o di chicchessia, non coprirà le vostre di incoerenze e soprattutto non annullerà l’orrore di cui si sta facendo artefice la Russia di Putin. La home di facebook e degli altri social scorre veloce ma nella memoria umana le vostre parole resteranno.

Siete alla continua ricerca di un líder máximo da seguire; nella continua ricerca di un ideale dalla parvenza marxista che giustifichi il vostro esistere rispetto a un qualcos’altro da avversare; ma altro non eravate, e lo siete ancora, borghesi e provinciali, ovvero l’esatta negazione di quel proletariato al quale non siete mai appartenuti. Sputavate addosso a Greta e Vanessa perché erano andate in Siria ad aiutare uno schieramento opposto a quello di Assad, perché Assad era, tutto sommato, un compagno e loro erano zoccole, e lo erano per voi come potevano esserlo quelle che aiutavano i migranti per un comune leghista. Esaltavate tra il serio e faceto Putin, perché tutto sommato la Russia ricalcava quello che era una volta il vostro sogno o quello dei vostri padri (per taluni ancora un incubo), quello dell’Unione Sovietica. E pazienza se Putin ammazzava gli oppositori del suo regime e la libera informazione, se annullava la Cecenia e tutto il resto ma, soprattutto, nella vostra visione edulcorata di E.A.M., la Russia non è come gli Stati Uniti d’America ed è questo che conta per voi. Dicevate che non eravate di sinistra ma che eravate comunisti ma poi teorizzavate con tranquillità il sarrismo o passavate con altrettanta nonchalance al M5S, a braccetto con Salvini e giustificando l’ingiustificabile, rimanendo però puri e, a modo vostro, fedeli alla linea, oltre ogni coerenza possibile e immaginabile. Ora fate i bastian contrari, ‘e mast’e festa della situazione, sostenendo che la NATO ha fatto questo e ha fatto quello e che la Russia è stata costretta ad invadere l’Ucraina e snocciolate tutto il vademecum del benaltrismo da tastiera. Vero, verissimo che gli USA hanno le mani sporche di sangue e che la NATO non è altro che una sua proiezione ma perché dimenticate l’invasione sovietica dell’Afghanistan, perché dimenticate l’Ungheria e Cecoslovacchia? Ma poi, a cosa vi servirebbero tutte queste giustificazioni nel momento in cui un altro stato, tipo Russia, invadesse il vostro? Impossibile? Certo, ai vostri occhi, la guerra, gli altri se la sono sempre, sotto-sotto, meritata ma, se l’Ucraina fosse l’Italia, e ammettiamo che ce la fossimo pure noi meritata l’invasione di una Russia qualsiasi, dove ve lo azzeccherete il vostro essere estranei alla massa, a chi lo andrete a raccontare che la Russia è il lontano fantasma di un ancor più lontano spettro che si aggirava una volta per l’Europa?