Home Ambiente Vesuvio: l’emergenza rifiuti approda sui Tg nazionali

Vesuvio: l’emergenza rifiuti approda sui Tg nazionali

450

L’emergenza rifiuti nel Parco Nazionale del Vesuvio approda sui telegiornali nazionali.

Ad accompagnare le telecamere del Tg2 sui luoghi del disastro è un collega di Vesuvio News, Ciro Teodonno, esponente del Club Alpino Italiano (CAI) e firma storica dell’ambientalismo vesuviano, che ha mostrato il risultato di decenni di stratificazione dei rifiuti a Ercolano, a ridosso della discarica Amendola-Formisano, causato dagli sversamenti illeciti.

Il video completo del nostro intervento.Si ringrazia l'amico Gino Scarpato

Pubblicato da Ciro Teodonno su Lunedì 19 novembre 2018

Ventuno associazioni hanno inoltrato un esposto alle autorità competenti, contenente la mappatura georeferenziata di tutte le discariche in area Parco, chiedendo loro di intervenire al fine di tutelare la salute umana e l’ambiente.

“E’ questa la bonifica che andrebbe fatta” ha dichiarato Teodonno: una pulizia che per ora ha interessato Via Novelle Castelluccio e Via Filaro, anche se i sacconi contenenti i rifiuti non vengono ancora rimossi e il timore è che il grosso si nasconda sotto la superficie.

Sversamenti e incendi non si fermano e avvengono sotto l’occhio tutt’altro che vigile delle telecamere: pneumatici, materiali edili e scarti delle industrie tessili vengono abitualmente abbandonati in piena area Parco e vengono dati alle fiamme, alimentando il fenomeno della Terra dei Fuochi vesuviana.

“Le aziende vengono qui a scaricare quello che producono in eccesso e puntualmente qualcuno passa ad incendiare” ha dichiarato, sempre al Tg2, Marianna Ciano dell’Associazione “Salute e Ambiente Vesuvio”.

A dispetto dei proclami il Vesuvio è tutt’altro che in ripresa: concorda Don Marco Ricci, della Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù a Ercolano, che parla di una montagna che anzichè essere una madre si è trasformata in un calvario.

Un calvario di cui hanno contezza le tante famiglie che abitano nelle zone del Parco martoriate dalle discariche abusive e di Stato: un territorio che richiede l’intervento massiccio delle istituzioni ma che è più comodo definire “rinato”.

Ancora sullo stesso argomento e sul Tg2 delle 20.30Si ringrazia il prezioso Gino Scarpato.

Pubblicato da Ciro Teodonno su Lunedì 19 novembre 2018