Home In Evidenza Ottaviano: Ilde Terracciano torna tra gli applausi

Ottaviano: Ilde Terracciano torna tra gli applausi

340

Presso il Castello Mediceo di Ottaviano si è tenuto l’evento intitolato “Scappa a Piedi Nudi” dedicato all’ex sposa bambina Ilde Terracciano e alle donne vittime di violenza.

L’iniziativa, organizzata dall’associazione “La Fenice Vulcanica”, ha permesso alla Terracciano di tornare nella città in cui negli anni ’70, venduta da sua madre per poche lire, fu costretta a sposare un camorrista locale.

Una storia poco nota che sta riemergendo: oggi Ilde vive in Emilia Romagna e, in veste di autrice di un romanzo autobiografico, grazie al supporto de La Fenice Vulcanica, che gestisce il centro antiviolenza “Ti Ascolto” di Boscotrecase, ha fatto ritorno a Ottaviano da donna libera e affermata.

“Felice di tornare nella mia terra. Sentivo il dovere di raccontare la mia storia, per dare una dimostrazione a tutte le donne succubi degli uomini” ha dichiarato la scrittrice, che ha inoltre aggiunto: “Mi manca Napoli, mi manca la mia terra e la mia gente. Ci sono cose che non si possono recuperare nella vita. E’ stata dura stare lontano dai miei affetti. La legge deve fare di più: fosse stato diversamente non avrei avuto una vita da fuggiasca”.

Presente il sindaco di Ottaviano, Luca Capasso, che ha dichiarato: “Manifestazioni come questa servono a dimostrare che questa non è terra di camorra ma di cultura: importante che si tenga in un luogo simbolo come il Palazzo Mediceo”.

“Assistiamo oggi a un’analisi giustificativa della violenza, al tentativo di alcuni politici di spingere la donna verso la sottomissione con provvedimenti inadeguati” ha affermato Angela Losciale, presidente dell’associazione “La Fenice Vulcanica”.

“Dobbiamo seriamente porci il problema del consenso sociale di cui godono i delinquenti: purtroppo c’è la tendenza a colpevolizzare la vittima e giustificare la violenza. Bisogna togliere i figli ai camorristi accertati e alle famiglie criminali per ridurre la produzione di nuove leve della criminalità organizzata” ha concluso il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli, che al sindaco di Ottaviano propone di attribuire la cittadinanza onoraria ad Ilde Terracciano, “una donna straordinaria che ha avuto il coraggio di reagire”.