Home Ambiente WWF: trovata altra discarica abusiva e cimitero di auto a Villa Literno.

WWF: trovata altra discarica abusiva e cimitero di auto a Villa Literno.

105
Carcasse d’auto e altri rifiuti pericolosi sotto i cavalcavia presso Villa Literno. (foto fonte WWF)

Ancora un attacco criminale alla nostra terra: scoperta una discarica di rifiuti abbandonati ed automobili probabilmente rubate, sfasciate ed alcune bruciate, a Villa Literno (Caserta) nei pressi della Riserva Naturale delle “Soglitelle”.

Addirittura un’automobile, tra quelle ritrovate stamattina, 20 marzo 2021, dalle Guardie Giurate del WWF – nucleo provinciale di Caserta, con le targhe all’interno.

E poi guaine bituminose, materiale edile, pneumatici e moto abbandonati sotto il cavalcavia della superstrada sopraelevata “Domiziana”.

Questi smaltimenti spesso servono più per occultare il lavoro “nero” piuttosto che per un vero e proprio “risparmio” sullo smaltimento di questi rifiuti. Nel frattempo questi pneumatici possono diventare facile INNESCO di incendio di rifiuti e così il danno ambientale aumenta esponenzialmente.

Si trova di tutto nelle campagne della provincia di Caserta, per esempio tantissimo amianto (soprattutto le famigerate onduline in eternit, ma anche canne fumarie in cemento amianto e così via), molto spesso spaccate e deteriorate, quindi maggiormente pericolose per la diffusione delle pericolosissime microfibre (potenzialmente cancerogene se inalate ). E poi pezzi di automobili, filtri olio delle auto, contenitori di fitofarmaci e concimi, frigoriferi ed altri rifiuti ingombranti, praticamente di tutto. È una pratica diffusa e CRIMINALE quella di abbandonare dove capita rifiuti di ogni tipo, a volte, stranamente, ci capita di trovare anche buste di rifiuti già differenziati. Questo è davvero paradossale !!! Ovviamente tutto quello che ritroviamo viene prontamente denunciato alle autorità competenti. Vorremmo che i responsabili di questi CRIMINI AMBIENTALI venissero puniti con la giusta severità che meritano.

Questo è lo scenario in cui lavorano le Guardie Giurate del WWF, per cercare di offrire alla nostra collettività un servizio di prevenzione primaria alla tutela della salute e dell’ambiente.

COMUNICATO STAMPA