Home Caserta WWF, rinvenuta l’ennesima discarica abusiva nel Casertano

WWF, rinvenuta l’ennesima discarica abusiva nel Casertano

220
La discarica oggetto del CS (foto fonte autore del CS)

Trovate altre discariche abusive e cimitero di auto tra Marcianise ed Orta di Atella (Caserta).

Ancora un attacco criminale alla nostra terra, dichiara Alessandro Gatto, Coordinatore Regionale della Vigilanza Ambientale del WWF Italia per la Campania.
Oggi 4 gennaio 2022, il nucleo provinciale di Caserta, mentre faceva vigilanza ambientale nel territorio tra Marcianise ed Orta di Atella, ha scoperto una serie di micro discariche di rifiuti abbandonati ed automobili tagliate a pezzi, probabilmente rubate, sfasciate ed alcune bruciate, a Marcianise, ai confini con il territorio di Orta di Atella, nei pressi dei Regi Lagni.

Mentre perlustravamo il territorio abbiamo trovato di tutto – Commenta amaramente Antonio Borrelli – vice coordinatore provinciale del nucleo di vigilanza ambientale WWF di Caserta: amianto sbriciolato (pericolosissimo), guaine bituminose, materiale edile, Pneumatici fuori uso di camion, auto e moto abbandonati lungo la strade di campagna tra Marcianise ed Orta di Atella.

Questi smaltimenti spesso servono più per occultare il lavoro “nero” piuttosto che per un vero e proprio “risparmio” sullo smaltimento di questi rifiuti. Nel frattempo questi pneumatici possono diventare facile innesco di incendio di rifiuti e così il danno ambientale aumenta esponenzialmente.

Si trova di tutto nelle campagne della provincia di Caserta, per esempio tantissimo Amianto (soprattutto le famigerate onduline in eternit, ma anche canne fumarie in cemento amianto e così via), molto spesso spaccate e deteriorate, quindi maggiormente pericolose per la diffusione delle pericolosissime microfibrille (cancerogene se inalate). I responsabili di questi crimini ambientali devono essere puniti con la giusta severità che meritano. Perché questi sono veri e propri attentati alla salute pubblica.

COMUNICATO STAMPA